Vivere Vasco dalla curva A dello stadio San Paolo!

Vivere Vasco dalla curva A dello stadio San Paolo!

Giornata intera a far fila sotto al sole in attesa dell’apertura dei cancelli.

Zona Prato, già aperta dalle 11.00 del mattino. Curva A, in attesa fino quasi le 18.00, ma non è un problema!

In fila si respira già aria di divertimento, delirio, emozione, ansia! Si cantano canzoni e ci si “annaffia” con acqua fresca!

Poi, finalmente, i cancelli si aprono! Andiamo in direzione della Curva Superiore per non perdere la prima fila… palco un po’ lontano, ma il San Paolo si apre ai nostri occhi ed è magnifico, diventandolo sempre di più, riempiendosi di persone unite da una passione: VASCO!

L’attesa non è snervante. È tranquilla, giocosa, emozionante, tra Ola e cori!

Ore 21.15: si spengono le luci!

♪ ♫ “I brividi, i brividi che senti salire”  ♪ ♫

Vivere Vasco dalla curva A dello stadio San Paolo!
Panoramica dello Stadio San Paolo illuminato da milioni di cellulari!

 

Sale l’ansia, i cori continuano: lo chiamano! E poi, ecco che il palco si illumina e Vasco canta “Sono innocente ma“. Lo stadio è in delirio! D’altronde erano 11 anni che a Napoli mancava!

La scaletta continua con brevi pause (molte da evitare, secondo il mio parere), ma lo spettacolo è assicurato: luci sceniche, medley e assoli musicali pazzeschi! Una band da fare invidia!

Tra nuove canzoni e vecchi successi (purtroppo pochi) cantati a squarciagola insieme al Kom, i brividi non sono mancati! E la pelle d’oca quando, il buon Vasco, ha ricordato lui:

«Napoli è mille culure, e io voglio dedicare questo concerto a un caro amico e un grande artista. W Pino Daniele

Non vi dico cosa si è scatenato: lascio spazio alla vostra immaginazione! 😉

Per concludere la serata, una bellissima e divertente presentazione di tutta la band, l’immancabile e intramontabile “Albachiara” e… “O Surdato ‘Nnammurato” cantato dalla corista Clara Moroni:

“Oje vita, oje vita mia
oje core ‘e chistu core
si’ stat ‘o primmo ammore
e ‘o primmo e ll’urdemo sarraje pe’ me!”

Un bell’omaggio a Napoli che, di sicurò, avrà fatto piacere ai più! ♥

P.S. Chiedo infinitamente scusa per la mia voce (stonata), che quasi sovrasta quella di Vasco nei video, ma l’emozione era troppa! E, allo stesso modo, perdonatemi per la scarsa qualità di questi ultimi, ma ero munita solo di cellulare! 😀

Potrebbe piacerti anche

0 commenti

Accedi

Registrati

Reimposta la tua password

Alcuni contenuto del sito web usano cookie che, al momento, sono disabilitati. Per una esperienza migliore di usabilità, consigliamo di abilitare i cookie sul nostro sito web. Voglio saperne di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi