I fiori di mirto sono commestibili?

Del Mirto si utilizza tutto: foglie, fiori e bacche. Dai fiori si ricava un’essenza che viene utilizzata in campo cosmetico, le foglie invece, una volta essiccate, vengono utilizzate per insaporire piatti a base di carne e di pesce ma anche per la preparazione di infusi.

Cosa fare con le bacche del mirto?

Le bacche di mirto, infatti, vengono usate per aromatizzare la carne o il pesce. I miglior abbinamenti sono con le carni di pollo e maiale e con pesci come tonno e platessa. Inoltre si gustano anche da sole o accompagnate dal formaggio, in particolare il pecorino sardo, e il miele.

Che benefici ha il mirto?

Mirto: proprietà e caratteristiche

Per le sue proprietà balsamiche, antisettiche, astringenti e antinfiammatorie, il mirto è impiegato per la cura di problemi del sistema respiratorio e dell’apparato digerente: il liquore prodotto dalle bacche, infatti, ha proprietà digestive.

Cosa si può fare con le foglie di mirto?

Il mirto, usato come infuso, sempre utilizzando le sue foglie, è un ottimo astringente intestinale ed un antiemorragico. Assunto invece sotto forma di decotto preparato con le sue foglie ed addolcito, risulta essere un valido rimedio contro le infiammazioni delle vie respiratorie, il catarro e le bronchiti.

Quando raccogliere le foglie di mirto per fare il liquore?

La raccolta avviene tra fine novembre ai primi di gennaio.

Cosa fare con i fiori di mirto?

Dai fiori si ricava un’essenza che viene utilizzata in campo cosmetico, le foglie invece, una volta essiccate, vengono utilizzate per insaporire piatti a base di carne e di pesce ma anche per la preparazione di infusi.

Come far essiccare le bacche?

Per l’essiccazione solare bisogna mettere dei graticci su teglie piane e posizionare in cima ai graticci uno strato di bacche. Dopo di che occorre coprirli con una garza e mettere il tutto sotto il sole. Infine si girano le bacche di tanto in tanto per un’asciugatura più uniforme.

Come si conservano le bacche di mirto?

Come conservare bacche mirto? Le bacche di mirto fresche vengono raccolte nel periodo che va da novembre a febbraio e sono particolarmente utili nel caso in cui, come abbiamo visto, si voglia preparare in casa la confettura di mirto o il liquore di mirto. Si possono anche conservare nel freezer.

Come si fa il succo di mirto?

Mettere le bacche di mirto in una casseruola aggiungere la mela, sbucciata e tagliata a dadini piccoli e l’acqua. Cuocere a fuoco moderato per 30 minuti, poi mettere le bacche in un colino e strizzale molto bene per estrarre tutto il succo possibile.

Come fare il liquore di mirto con le bacche secche?

Ricetta per fare il liquore di mirto

  1. Immergente le bacche essiccate in 250 ml. …
  2. Scolate le bacche e mettetele a macerare con l’alcool puro per 40 giorni.
  3. Imbottigliate l’acqua che avete utilizzato al punto 1..
  4. Trascorsi i 40 giorni, utilizzando un torchietto, filtrate la soluzione ottenuta.

Related Post