Come si coltiva la paulownia?

La Paulownia è una specie che si adatta molto bene a diversi tipi di terreno. I più indicati sono terreni leggeri, ben drenati e sabbiosi, con o senza pendenza, profondi e con pH da 5,0 a 8,9. Sono da evitare terreni argillosi, rocciosi e con ristagni idrici.

Dove in Italia si può piantare la Paulownia?

Le prime sono state il Veneto e il Friuli Venezia Giulia, dove le coltivazioni commerciali di paulownia sono attive da circa vent’anni. Tra le regioni più operative ci sono Calabria, Puglia, Abruzzo, Campania, Basilicata, Toscana, Piemonte, Sicilia e Sardegna.

Quanto vale il legno di paulonia?

Si va dunque dai 18 euro di un esemplare con una circonferenza di tronco pari a 8-10 centimetri, ai 135 euro di un esemplare adulto di circa 20-25 centimetri di circonferenza.

Quanto tempo impiega a crescere la Paulownia?

3 anni

Caratteristica peculiare della paulownia tomentosa è la sua crescita veloce. In soli 3 anni l’albero può facilmente superare i 12-15 m di altezza. All’età adulta può arrivare fino a 20 m. La pianta di paulonia è maestosa, con un’ampia chioma molto ramificata e un naturale portamento espanso ed elegante.

Quanto costa un albero di paulonia?

Quanto costa un albero di Paulonia

Piantarla nel proprio giardino non è difficile: il suo prezzo varia dai 18 euro ai 135 euro per un esemplare adulto.

Quanto rende un ettaro di pioppeto?

Una prima conclusione è che ogni ettaro coltivato a pioppeto produce 700 + 800 = 1500 quintali di massa legnosa umida che, considerando un ciclo di coltivazione di 10 anni, danno una quantità di 150 quintali di sostanza legnosa umida per ettaro per anno.

Quanto si guadagna piantando alberi?

Con il tempo gli alberi cresceranno e il loro valore aumenterà. A 20-30 anni, si ottiene un rendimento che varia dal 2 al 4%, dunque una media del 3%.

Related Post