Pizza di pasqua con piselli e uova

La Pizza di Pasqua piselli e uova è una pizza molto sostanziosa che si preparata appunto in questo periodo.
Fa parte dell’antica tradizione napoletana, si prepara insieme al casatiello e la pizza ripiena e si consumano solitamente anche nei giorni successivi alla Pasqua.

INGREDIENTI X STAMPO DA 32 CM

  • 500 gr di farina 00
  • 300 gr di acqua tiepida
  • 12 gr di lievito di birra
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 15 gr di sale

RIPIENO

  • 750 gr di Piselli novelli
  • 50 gr di olio evo
  • 100 gr di pancetta affumicata
  • 1 cipollina
  • 5 uova
  • 50 gr di formaggio parmigiano grattugiato
  • 50 gr di formaggio romano grattugiato
  • sale, pepe q.b
  • 150 gr di ricotta salata
  • 200 gr di provola

– strutto q.b per lo stampo e per la pizza

PROCEDIMENTO

Preparare l’impasto della pizza sciogliendo il lievito nell’acqua tiepida, aggiungere poi l’olio e lo zucchero, poi man mano la farina e per ultimo il sale, lavorare fino ad ottenere un impasto elastico e morbido. Coprire con pellicola e far crescere fino al raddoppio.

Nel frattempo in un tegame far imbiondire la cipollina con l’olio e la pancetta, aggiungere i piselli e farli cuocere con 1/2 bicchiere d’acqua fino a quando saranno morbidi, regolare di sale. Sbattere le uova con sale, pepe e formaggio e unirli ai piselli, girare il tutto sul fuoco fino a quando le uova si rapprendono. Far freddare il tutto.

Quando l’impasto della pizza è cresciuto, sgonfiarlo lavorarlo un poco sulla spianatoia e dividerlo in due. Ungere con la sugna lo stampo e stendere la metà dell’impasto con i polpastrelli stesso all’interno dello stampo, l’operazione risulta facile. Versare il composto di piselli e uova sulla pizza, mettere la ricotta salata a pezzi e la provola.

Coprire con l’altra metà dell’impasto, ungere la pizza con altro strutto e far crescere nuovamente in forno con luce spenta.

Infornare a 180 °   ( ventilato modalità livello pizza) per circa 35/40 minuti fino a doratura, e, se la mangiate il giorno dopo è ancora più buona perchè si assestano bene i vari sapori

Fonte: blog.cookaround.com

Potrebbe piacerti anche

0 commenti

Accedi

Registrati

Reimposta la tua password

Alcuni contenuto del sito web usano cookie che, al momento, sono disabilitati. Per una esperienza migliore di usabilità, consigliamo di abilitare i cookie sul nostro sito web. Voglio saperne di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi