Mal di testa: 9 rimedi senza farmaci!

Il 20% degli Italiani soffre di mal di testa ricorrente, non tutti però sono afflitti dallo stesso dolore.

La cefalea più diffusa è quella muscolo-tensiva da stress, che irrigidisce i muscoli di viso, collo e spalle.

Seguono l’emicrania, a prevalenza femminile, che interessa una sola metà della testa, e la dolorosissima cefalea a grappolo, che è caratterizzata da attacchi ripetuti e colpisce più gli uomini.

Si aggiungono anche le cefalee secondarie, così definite perché conseguenze di altri problemi: artrosi cervicale, ciclo mestruale, cattiva digestione, ipertensione, sinusite.

Il mal di testa che provocano può essere risolto affrontando la causa all’origine.
In tutti gli altri casi, oltre ad assumere farmaci, i rimedi preventivi vanno assunti in generale per tempi lunghi, da diverse settimane a qualche mese.

Con scelte mirate a tavola, giusti integratori e alcuni facili accorgimenti possiamo tenere a bada il mal di testa e ridurre il consumo di farmaci.

Mal di testa… Ecco 9 rimedi senza farmaci :

1. Limitare l’acido ‘cattivo’.

Carni rosse, salumi, formaggi grassi e tuorlo d’uovo contengono grandi quantità di acido arachidonico : un acido grasso omega 6 che nel corpo dà origine alle prostaglandine, molecole che sostengono l’infiammazione.
Molti farmaci antidolorifici agiscono proprio contro di essi.

2. Rinunciare all’aspartame.

È un dolcificante diffusissimo che può essere nocivo per il sistema nervoso e aumentare l’incidenza del mal di testa.
Si trova in bibite gassate, caramelle, gomme da masticare, yogurt e persino medicinali, anche indicato come E951.

3. Chiedere al nostro medico se non stiamo prendendo troppi farmaci.

È noto che alcuni medicinali, come la pillola anticoncezionale, sono in grado di provocare cefalee.
Ma è paradossale che il mal di testa possa essere causato dagli stessi antidolorifici assunti abitualmente per curarlo.
Lo ha scoperto già nel 1993 uno studio pubblicato su Neurology: i pazienti, sofferenti di cefalea cronica quotidiana, hanno avuto miglioramenti sospendendo i farmaci.

4. Assumere Vitamine del gruppo B.

Quelle specifiche per prevenire il mal di testa sono la B2, la B6 e l’acido folico. Ma bisogna scegliere un supplemento che le contenga tutte in un buon dosaggio (complesso B50): le vitamine del gruppo B sono necessarie al sistema nervoso e rinforzano gli effetti del magnesio.

5. Integrare con il magnesio.

È il minerale più importante nelle cefalee e la correlazione tra bassi livelli di magnesio e mal di testa è ben dimostrata.
Grazie alla sua capacità di rilassare nervi e muscoli, è utile anche per prevenire la cefalea tensiva.
Integrare se mai il Coenzima Q10
Si tratta di un forte antiossidante che si trova nei mitocondri, le ‘centraline energetiche’ delle cellule.
Diversi studi hanno visto che assunto come integratore previene gli attacchi di emicrania. Ed è potenziato dalle vitamine del gruppo B.

6. Prendi gli omega 3.

Acquistate un integratore di EPA e DHA, acidi grassi omega 3, soprattutto se consumate poco pesce. Contrastano l’acido arachidonico (quello delle carni rosse), riducendo la formazione di molecole infiammatorie e diminuiscono la frequenza, durata e intensità delle cefalee.

7. Affidarci alla quercitina.

Questa sostanza contrasta la liberazione di sostanze che favoriscono l’infiammazione, per esempio l’istamina.
Si trova in abbondanza nell’uva nera, nella cipolla rossa, nel thè verde, nella mela e nel mirtillo.
Si vende anche sotto forma di capsule.
Ridurre in genere gli alimenti che dilatano i vasi sanguigni.
In certi cibi sono presenti istamina e tiramina, sostanze vasodilatatrici che possono scatenare il mal di testa.
Conviene innanzitutto diminuire il consumo di cioccolato, formaggi grassi e vino rosso, specie se si soffre di emicrania.

8. Insaporire con lo zenzero.

Lo zenzero (Zingiber officinalis) ha proprietà antinfiammatorie utili nella cefalea. E verificate da più studi. Oltre che in capsule, va benissimo anche fresco, tagliato a fettine e usato in cucina.

9. Fare un massaggio agli oli essenziali.

Quelli di lavanda (Lavandula angustifolia) e menta piperita (mentha x piperita), analgesici e antispastici, sono perfetti, specie nella cefalea tensiva. Diluire 2 gocce di ciascuno in un cucchiaino di olio di mandorle e massaggiate tempie e fronte: il sollievo sarà rapido.

Potrebbe piacerti anche

0 commenti

Accedi

Registrati

Reimposta la tua password

Alcuni contenuto del sito web usano cookie che, al momento, sono disabilitati. Per una esperienza migliore di usabilità, consigliamo di abilitare i cookie sul nostro sito web. Voglio saperne di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi