La Scarzuola: il borgo visionario nascosto in Umbria

Avete mai sentito parlare de La Scarzuola? Si tratta di un borgo poco conosciuto nascosto in un Umbria, tra i boschi e la vegetazione selvaggia della provincia di Terni.

Raggiungere questa località non è per niente facile, e per questo motivo non sono in tanti a conoscerne l’esistenza. La via per arrivarci è forse impervia, ma ne vale decisamente la pena.

Si tratta di una sorta di “città ideale” che spinge il visitatore a compiere anche un viaggio dentro se stesso mentre si avventura per le sue vie e scopre i suoi bizzarri edifici.

L’architetto che l’ha realizzata (ora deceduto), ha spiegato che si tratta di un’opera molto speciale per lui, perché a differenza di lavori su commissione, costretto ad indossare “giacca e cravatta”, nella realizzazione di questo borgo ha potuto “essere nudo”. E per questo ha lasciato la sua città incompleta e non finita, e non ha spiegato il messaggio che voleva comunicare. In tal modo, solo i pochi “infelici eletti” potranno capirla e assaporarne la vera essenza.

Ti potrebbe interessare: San Luca: il portico più lungo al mondo
 La grotta di San Benedetto sui Monti Lattari
“Il colosso dell’appenino”: un imponente scultura nascosta nel fiorentino

Il borgo sembra essere organizzato come un percorso spirituale. Significativo è il fatto che la località rimanda secondo la tradizione alle vicende di Francesco D’Assisi, il quale nel 1218 vi giunse, si costruì una capanna e successivamente edificò un convento. L’architetto ha comprato proprio tale terreno nel 1956, e lasciando intatta la zona sacra, ha realizzato la sua città, che come dice lui stesso “è tutta un teatro” (è infatti organizzata in 7 zone teatrali diverse).

[cml_media_alt id='43724']www.umbriaontheblog.com[/cml_media_alt]
www.umbriaontheblog.com

 

Basti pensare che il percorso del visitatore comincia con la scelta tra tre diverse porte, che conducono a tre luoghi diversi: la prima porta conduce verso il convento, e cioè all’aspetto sacro, la seconda al vascello di Cupido, e la terza riporta esattamente al punto di partenza (rappresenta l’inconsistenza della vita). L’Acropoli del “Teatrum Mundi” è il punto più alto dell’organizzazione teatrale voluta dall’architetto, realizzata incastrando tanti edifici diversi in una combinazione complicata e davvero strana.

 

Qui è presente un terzo occhio che sembra essere il guardiano della città. Al centro della pupilla ha uno specchio, e così il visitatore che sceglie di avvicinarsi di più all’occhio per guardarvi dentro trova la sua immagine riflessa.

[cml_media_alt id='43731']www.italianways.com[/cml_media_alt]
www.italianways.com

Interessante è anche il “Tempio della Madre Terra”. Qui c’è una statua enorme di una gigantessa (rappresentata da un gigantesco busto di donna nuda), che fa la guardia ad altre due porte: “La porta dell’arte e della fantasia” e la “Porta della scienza e della tecnica”.

[cml_media_alt id='43719']www.succedeoggi.it[/cml_media_alt]
www.succedeoggi.it
Ma le stranezze della Scarzuola non terminano qui. Se si prosegue lungo il cammino si giunge al Tempio di Apollo, dove si staglia un cipresso colpito da un fulmine (legato alla mitologia greca), che l’architetto ha raccontato di aver voluto preservare a tutti i costi, in quanto il suo essere stato colpito da un fulmine gli conferisce la caratteristica di “sapere di cielo”. Il fatto che abbia avuto una folgorazione, ha detto l’architetto, fa sì che il cipresso abbia avuto un contatto diretto con il divino.

[cml_media_alt id='43721']www.ilcastellodimontegabbione.it[/cml_media_alt]
www.ilcastellodimontegabbione.it
Come avrete capito da questo veloce resoconto, il borgo umbro ha tantissimi segreti da scoprire, durante un percorso di esplorazione tanto della città quanto di se stessi. Per visitare la città è necessario contattare la persona che se ne occupa al momento ed accordarsi per un tour, che può essere guidato o autonomo. Sicuramente arrivarvi non sarà semplice, ma ne varrà senza dubbio la pena!

Fonte:Curiosone.tv



Risparmia acquistando online! Clicca Qui!

Potrebbe piacerti anche

0 commenti

Accedi

Registrati

Reimposta la tua password

Alcuni contenuto del sito web usano cookie che, al momento, sono disabilitati. Per una esperienza migliore di usabilità, consigliamo di abilitare i cookie sul nostro sito web. Voglio saperne di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi