La montanara: pizza fritta d’eccellenza!

La pizza fritta, la montanara, è un altro dei classici napoletani, una prelibatezza che non potete non concedervi ogni tanto. Sì, lo so, è un vero e proprio peccato di gola, ma ogni tanto ci sta tutto: se dobbiamo peccare, facciamolo bene!

Per ottenere un buon impasto occorre che esso abbia abbia resistenza, sofficità, elasticità e una giusta capacità nell’assorbire l’acqua. L’importante, sarà poi, friggere in abbondante olio e ad una temperatura costante a 170-180 gradi.

E ora veniamo alla ricetta!

blog.giallozafferano.it
blog.giallozafferano.it

Ingredienti (da 12 a 15 pizzette):

Per il condimento:

  • una bottiglia di passato di pomodoro
  • 1 spicchio d’aglio
  • sale
  • olio extra vergine d’oliva
  • basilico
  • 3-4 cucchiai di formaggio grattugiato
  • ½kg di mozzarella (o fior di latte)

Per friggere:

  • Olio di semi di girasole

Preparazione:

1. Per prima cosa preparare l’impasto per la pizza: disporre la farina a fontana e versarvi al centro il lievito disciolto in acqua tiepida, cominciare a lavorare aggiungendo il sale, l’olio e lo zucchero. Lavorare fino ad ottenere un panetto elastico e morbido.
2. Suddividere l’impasto ottenuto in 12-15 panetti piccoli (il numero dipenderà da quanto grandi vorrete che siano le vostre pizzette) e lasciarli lievitare, coperti da un strofinaccio pulito, per circa 3 ore
3. Nel frattempo cuocere un sughetto fresco: soffriggere l’aglio con l’olio per un minuto e poi versarvi dentro la passata di pomodoro, salare e aggiungere qualche foglia di basilico fresco. Cuocere per 15-20 minuti.
4. Quando l’impasto sarà cresciuto a sufficienza, appiattire ogni panetto con le mani, fino ad ottenere dei deschi un po’ piatti (ma non troppo bassi). Friggere le pizzette in olio bollente per qualche minuto, avendo cura che si dorino bene entrambi i lati.
5.    Alzare le pizzette dall’olio, adagiarle in un piatto foderato di carta assorbente e condirle subito con il sugo di pomodoro (che deve essere molto caldo), la mozzarella tagliata a piccoli dadini, una manciata di parmigiano grattugiato e una fogliolina di basilico.
6.    Attendere un minuto che si sciolga un po’ la mozzarella (per il calore del sugo e della pizzetta) e servire ancora ben calde!

N.B. La quantità di acqua e farina può leggermente variare, bisognerà verificare durante la lavorazione se occorre aggiungere uno dei due ingredienti.

Fonte: napolitoday.it

Potrebbe piacerti anche

0 commenti

Accedi

Registrati

Reimposta la tua password

Alcuni contenuto del sito web usano cookie che, al momento, sono disabilitati. Per una esperienza migliore di usabilità, consigliamo di abilitare i cookie sul nostro sito web. Voglio saperne di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi