Il pesce ha una stagionalità: quali mangiare in estate?

Come per la frutta e la verdura, anche il pesce ha una sua stagionalità da rispettare! È vero che, ormai, se ne trova di ogni tipo in qualunque periodo ma, se vogliamo un prodotto fresco e sicuro, meglio conoscere quelli propri di ogni periodo.

Vediamo, allora, quali pesci è giusto mangiare in estate:

youchef.tv
youchef.tv

Orata: uno dei pesci più amati, anche dai bambini. Piace per il suo sapore delicato e per la sua versatilità in cucina che permette di sbizzarrirsi in tante ricette. Non è un pesce azzurro ma, comunque, contiene una buona dose di acidi grassi e un basso contenuto di colesterolo. Il suo periodo va da giugno a novembre.

manfredonia-foto.blogspot.com
manfredonia-foto.blogspot.com

Acciuga o alice: l’estate è il momento giusto per fare il pieno di bontà con questo prodotto ittico molto sfizioso e ottimo per la nostra salute. Appartiene, infatti, alla famiglia dei pesci azzurri, ricchi di omega 3, fosforo, potassio, ferro e calcio. Si pesca da marzo a novembre.

ricettedintorni.net
ricettedintorni.net

Granchio: Il granchio contiene tante proteine ma pochi grassi, oltre a un notevole apporto di vitamine del gruppo B. Attenzione però al colesterolo e al fatto che, purtroppo, questi crostacei hanno un alto potere allergizzante. La sua stagione va da marzo a luglio.

sanocomeunpesce.net
sanocomeunpesce.net

Scampi: crostacei simili al gambero, si trovano freschi da marzo a luglio. In cucina vi daranno grandi soddisfazioni perché si prestano bene a vari tipi di cottura. Provateli fritti oppure al forno, assaggiateli nei primi piatti o in una ricca catalana.

italicious.wordpress.com
italicious.wordpress.com

Ricciola: a differenza dell’orata, questo pesce non può essere allevato per la sua natura di predatore vorace in continuo movimento. Questo è uno dei motivi che la rendono pregiata, ma non è l’unico perché la ricciola è interessante anche dal punto di vista nutrizionale: omega3, potassio, fosforo, proteine ad alto valore biologico e poche calorie. Gustatela al forno ma anche sotto forma di tartare e carpaccio.

mapexel.com
mapexel.com

Sardina: simile all’acciuga, la sardina contiene una buona dose di vitamina B12 e D, calcio, fosforo, selenio e omega3. È uno dei pesci definiti poveri: semplici, economici, facili da trovare soprattutto in estate, la loro stagione. Da provare assolutamente come condimento di un piatto di pasta.

ilfattoalimentare.it
ilfattoalimentare.it

Pesce spada: sicuramente uno dei simboli dell’estate, da assaporare con la pasta, alla griglia, al cartoccio, al forno o semplicemente crudo. Le carni sono costose ma magre, facilmente digeribili e apportano una buona dose di vitamine e di minerali come potassio, fosforo e selenio. Il suo periodo va da aprile a settembre.

passionepesce.it
passionepesce.it

Gli evergreen (o quasi): sgombro, sogliola, triglia, nasello, tonno, sarago. Sono tutti pesci presenti tutto l’anno (o quasi) quindi anche in estate. A questo punto meglio approfittarne e sbizzarrirsi con tante ricette.

Fonte: agrodolce.it

Potrebbe piacerti anche

0 commenti

Accedi

Registrati

Reimposta la tua password

Alcuni contenuto del sito web usano cookie che, al momento, sono disabilitati. Per una esperienza migliore di usabilità, consigliamo di abilitare i cookie sul nostro sito web. Voglio saperne di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi