Giappone ci riprova: 40mila veicoli a combustibile entro il 2020!

Veicoli a combustibile

Si riparla ancora una volta di idrogeno e chi, se non il Giappone, ci riprova, attraverso un piano del governo, a portare sulle strade 40mila veicoli fuel cell. Dopo una prima fase archiviata con 76 domande per le installazioni delle stazioni, l’obiettivo, ora, sembra essere per il 2020.

Vedi ancheWSD-F10, il primo orologio intelligente della casa giapponese Casio

Il progetto del ministero dell’Economia e dell’Industria prevede il raddoppio delle 80 stazioni di idrogeno già aperte o quasi, entro marzo 2021 e a 320 nei cinque anni successivi.

Ogni impianto costerà quasi 5 milioni di euro e gli incentivi finora stanziati purtroppo, non sono sufficienti a coprire l’investimento fatto. Il governo prevede anche la moltiplicazione dei veicoli, dai 400 di oggi ai 40 mila del 2020.

L’obiettivo dichiarato della “società dell’idrogeno” la Toyota è già partito, mettendo in strada Mirai e Honda, ha iniziato le vendite della Clarity Fuel Cell.

C’è anche da dire che, il Giappone sta promuovendo anche pile a combustibile per uso domestico, nell’ottica di sensibilizzare le persone all’utilizzo dell’idrogeno nella vita quotidiana.

Fonte: www.wired.it

Potrebbe piacerti anche

0 commenti

Accedi

Registrati

Reimposta la tua password

Alcuni contenuto del sito web usano cookie che, al momento, sono disabilitati. Per una esperienza migliore di usabilità, consigliamo di abilitare i cookie sul nostro sito web. Voglio saperne di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi