Frutta: con o senza buccia?

Chi l’avrebbe mai pensato che mangiare la frutta con tutta la buccia portasse grandi benefici: aumenta l’apporto nutrizionale di vitamine e sostanze utili all’organismo, fa sentire più energici ed addirittura potrebbe aiutare a prevenire alcune forme di cancro.

Infatti, ci sono alcune bucce di alimenti che, sistematicamente buttiamo nella spazzatura ma, che, invece sono molto utili alla nostra salute. Ecco i frutti che non mangereste mai con la buccia, e che invece andrebbe assolutamente fatto!

1. KIWI: la pelle pelosa del kiwi è ricca di antiossidanti e si pensa possa avere proprietà anti-cancro, anti- infiammatorie e antiallergiche poichè, contiene tre volte gli antiossidanti della polpa, e combatte inoltre virus come lo Staffilococco e l’Eschericchia coli, responsabili di gravi intossicazioni alimentari. La si può mangiare nei succhi e nei frullati a base di kiwi.

2. BANANE: ebbene si, la buccia di banana risulta essere commestibile! L’estratto di buccia di banana può alleviare la depressione in quanto è ricco di serotonina , la sostanza chimica che regola il bilanciamento dell’umore. E’ anche di grande aiuto per la salute degli occhi, in quanto contiene la luteina che protegge le cellule dell’occhio dall’esposizione ai raggi ultravioletti – una delle principali cause di cataratta. per poterla mangiare, si suggerisce di bollirla prima per dieci minuti e bere l’ acqua refrigerata, o mettere il tutto in una centrifuga e berne il succo.

3. AGRUMI: La buccia di arancia e mandarino è ricca di potenti antiossidanti chiamati “super -flavonoidi”, che possono ridurre i livelli di colesterolo cattivo. Poi, gli antiossidanti contenuti nella buccia del frutto sono 20 volte più potenti di quelli ottenuti dal succo. Ciò per tutti i tipi di agrumi: il midollo bianco contiene alti livelli di pectina , un componente della fibra alimentare noto per abbassare il colesterolo e colonizzare l’intestino con batteri benefici.
La buccia degli agrumi è utilizzata in cucina con più frequenza di quella di kiwi e banane: la si può grattugiare ed incorporare in torte e muffin, oppure metterla insieme al resto del frutto in una centrifuga in modo da ottenerne tutti i benefici.

4. MANGOSTANO: la dura scorza del mangostano non solo è commestibile, ma anche di gran lunga la parte più preziosa del frutto, ricchissima in antiossidanti.Può risultare sgradevole al gusto ed è per questo che vi converrà tenerla da parte per prepararne un succo. Per godere di tutti i benefici di questo frutto meraviglioso infatti, è d’obbligo utilizzare anche la polpa viola!
Provate spolpare con l’aiuto di un cucchiaino la pelle interna, ed a spremerla, il succo ottenuto dalla buccia del mangostano è estremamente aspro, perciò si consiglia di aggiungere un mix di succo di carote e mele, o altri frutti dolci per renderlo più gustoso potabile.

Fonte: mangostano.eu

Potrebbe piacerti anche

0 commenti

Accedi

Registrati

Reimposta la tua password

Alcuni contenuto del sito web usano cookie che, al momento, sono disabilitati. Per una esperienza migliore di usabilità, consigliamo di abilitare i cookie sul nostro sito web. Voglio saperne di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi