Cos’è uno stile di apprendimento cognitivo?

Lo stile cognitivo è, sostanzialmente, il modo in cui si conosce il mondo.Si tratta della modalità di elaborazione dell’informazione che ha ognuno di noi: in essa entrano in gioco non solo il nostro approccio alla conoscenza, ma anche atteggiamenti, modo di interagire con gli altri e di affrontare le situazioni.

Cosa si intende per stile cognitivo?

Lo stile cognitivo è la modalità di elaborazione dell’informazione che la persona adotta in modo prevalente, che permane nel tempo e si generalizza a compiti diversi ( Boscolo, 1981). Riguarda la scelta delle strategie cognitive usate per risolvere un compito, le preferenze nell’uso delle proprie abilità.

Quali sono gli stili cognitivi di apprendimento?

Cosa sono gli stili di apprendimento? sensoriali (spesso sintetizzate in visiva, uditiva, cinestetica), agli stili cognitivi (come le opposizioni analitico / globale, sistematico / intuitivo, riflessivo / impulsivo) che sfumano nei tratti socio-affettivi (come l’introversione e l’estroversione).

Quanti sono gli stili cognitivi?

Al loro interno ha identificato dei sotto-processi che possono essere interpretati come differenti stili cognitivi: si hanno lo stile cognitivo globale vs. analitico; lo stile cognitivo dipendente dal campo vs. indipendente dal campo; lo stile cognitivo verbale vs. visivo; lo stile cognitivo divergente vs.

Cosa si intende con stile di apprendimento?

Lo stile di apprendimento è l’approccio all’apprendimento preferito di una persona, il suo modo tipico e stabile di percepire, elaborare, immagazzinare e recuperare le informazioni (Mariani, 2000).

Quali sono gli stili cognitivi di Sternberg?

Sternberg e le tre intelligenze

creativa, o pensiero divergente, ovvero la capacità di scoprire, produrre la novità, immaginare ed intuire. pratica, o pensiero operatorio, ossia l’organizzazione e l’abilità di usare strumenti, applicarli, attuare concretamente progetti e piani mirati ad obiettivi concreti.

Quali sono le strategie cognitive?

le strategie cognitive , come si è già accennato, riguardano l’elaborazione delle informazioni, cioè l’appropriazione dei contenuti informativi all’interno della propria struttura concettuale.

Quali sono i principali stili di apprendimento?

Honey e Mumford definiscono quattro stili di apprendimento: attivista, riflessivo, teorico e pragmatico. Lo stile attivista è lo stile del “fare”, questi soggetti amano lavorare nel problem-solving e nel role-playing.

Quali sono le principali tipologie di gruppi di apprendimento?

FORMALI: durata che va dal tempo di lezione ad alcune settimane; INFORMALI: gruppi ad hoc, la cui durata va da pochi minuti al tempo di una lezione; DI BASE: gruppi eterogenei a lungo termine, con membri stabili che si scambiano sostegno, aiuto, incoraggiamento e assistenza, necessari per apprendere (da preferire).

Related Post