Culurgiones ogliastrini: la Sardegna in tavola!

Navigando nelle vie infinite del web, mi sono imbattuta in questo particolare primo piatto: i Culurgiones ogliastrini!

Dal nome un po’ particolare e anche dalla forma, i culurgiones sono un piatto tipico della cucina dell’Ogliastra, in Sardegna che, oggi, si preparano per le occasioni speciali!

Di base sono ravioli ripieni di patate dalla caratteristica forma oblunga a mezzaluna modellati e chiusi a mano con vera arte, che viene tramandata di madre in figlia; vengono infatti pizzicati con le dita fino a farli assomigliare a una spiga.

Vedi anche: Pasta fresca: ravioli fatti in casa!

Ne esistono diverse varianti: nella Sardegna meridionale il ripieno può essere costituito da ricotta fresca di pecora o di capra, uovo e zafferano, o in alternativa da pecorino sardo, bietole e spinaci, mentre nelle zone il più diffuso è quello fatto di patate, cipolle e solo un po’ di pecorino. Il tutto viene condito con sugo di pomodoro e una spolverata di formaggio stagionato grattugiato.

Vediamo come si preparano (utilizzeremo ripieno di patate, pecorino e menta)!

[cml_media_alt id='43570']www.veraincucina.com[/cml_media_alt]
www.veraincucina.com

Ingredienti:

  • 250 g di semola rimacinata di grano duro
  • 130 g di farina 00
  • 160ml di acqua tiepida
  • un cucchiaio di olio evo
  • sale qb.

per il ripieno:

  • 700 g circa di patate rosse
  • 14 g di foglie di menta fresca
  • 140 g di formaggio pecorino fresco
  • 120 g di pecorino stagionato
  • ½ tazzina da caffè di olio evo
  • 2 spicchi di aglio

cubo fabbrica spiedini
Procedimento:

Preparare la farcia dal giorno prima!

Far insaporire per una giornata l’aglio nell’olio. Far cuocere le patate in acqua abbondante e schiacciarle ancora calde. Unire il formaggio grattugiato e la menta avendo cura di mescolare molto bene. Aggiungere l’olio insaporito eliminando l’aglio e lasciare riposare per almeno una mezza giornata.

Vedi anche: Mezzelune con zucca e noci ai semi di papavero

In una spianatoia impastare farina acqua e sale e un cucchiaio di olio. Lavorare energicamente tutti gli ingredienti sino ad ottenere una pasta liscia e senza grumi. Avvolgere con della pellicola affinché non si indurisca.

Preparare delle sfoglie sottili e, con un tagliapasta o un bicchiere, ritagliare delle sfoglie rotonde. Preparare quattro o cinque sfoglie tonde per volta – se la pasta diventa dura non chiude a regola d’arte – e in ognuna di esse deporre una porzione di farcia grande quanto una noce. Procedere quindi alla classica chiusura a spiga, come in video.

Contenuto non disponibile.
Ti preghiamo di accettare i nostri cookie per una esperienza di usabilità migliore.

Cuocere i culurgiones in abbondante acqua salata per circa 5 o 6 minuti e condire con sugo di pomodoro fresco e basilico. Spolverare con abbondante pecorino.

Vedi anche: 
Ravioli di castagne ai funghi
Ravioli rustici al formaggio
Ravioli al brasato, rucola e pomodorini
Pirojki, fagottini di sfoglia russi!
Fonte: sardegnainblog.it; enjoyfoodwine.it

Contenuto non disponibile.
Ti preghiamo di accettare i nostri cookie per una esperienza di usabilità migliore.

Potrebbe piacerti anche

0 commenti

Accedi

Registrati

Reimposta la tua password

Alcuni contenuto del sito web usano cookie che, al momento, sono disabilitati. Per una esperienza migliore di usabilità, consigliamo di abilitare i cookie sul nostro sito web. Voglio saperne di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi