LA CIPOLLA E I SUOI BENEFICI

La Cipolla è una pianta erbacea e bulbosa della famiglia delle Alliaceae (dal nome latino: Allium cepa) molto utilizzata in cucina in tutto il mondo.

Le cipolle non sono solo un ricettacolo di sapore ricche di nutrienti, si tratta di ortaggi che possono esercitare diversi effetti benefici sulla salute.
Protegge dal cancro, ma non solo.
Per questo aumentarne il consumo è una scelta salutare.

Ma quali sono, esattamente, le proprietà nutrizionali di questi prodotti dell’orto? E in quali vantaggi si traducono in termini di salute e benessere psicologico?

La cipolla ha un consistente valore nutritivo, grazie alla presenza di sali minerali e vitamine, soprattutto la vitamina C, ma contiene anche molti fermenti che aiutano la digestione e stimolano il metabolismo.

Inoltre contiene anche oligoelementi quali zolfo, ferro, potassio, magnesio, fluoro, calcio, manganese e fosforo, diverse vitamine (A, complesso B, C, E), flavonoidi con azione diuretica e la glucochinina, un ormone vegetale, che possiede una forte azione antidiabetica.

Ma questa pianta ha anche numerosissimi impieghi terapeutici quali: in dermatologia, può essere utilizzata come antibiotico, antibatterico, semplicemente applicando il succo sulla parte da disinfettare, è anche un ottimo espettorante, specialmente unito al miele e un decongestionante della faringe: ” i gargarismi” con succo di cipolla, sono particolarmente indicati in caso di tonsillite. Il succo è anche molto utilizzato come diuretico e depurativo e, infatti, viene consigliato da chi soffre di trombosi perché, avendo un potere fluidificante, facilita la circolazione del sangue.

Grazie alla presenza di oli essenziali, sostanze solforate e varie vitamine, sopra elencate, la cipolla viene utilizzata in forma di decotti facilmente realizzabili, utile per la “bellezza”. Infatti si è rivelato molto efficace per coloro i quali hanno pelli secche e rovinate e addirittura per rivitalizzare il bulbo pilifero dei capelli e ritardarne quindi la caduta.

Un discorso a parte merita l’utilizzo della cipolla per tutti coloro che soffrono di “cattiva digestione”.
In questo caso si consiglia di consumare la cipolla cotta che è sicuramente più tollerabile anche se ha minori proprietà nutritive rispetto a quella cruda che può essere assunta facilmente da coloro i quali non hanno particolari problemi di bruciori allo stomaco.

Infine questi “benefici bulbi” fungono anche da ipoglicemizzanti, abbassando il livello di glucosio nel sangue e permettendo di ridurre le dosi di insulina a chi ne ha bisogno.

Di questa pianta si conoscono anche le virtù benefiche in omeopatia: infatti è indicata in caso di raffreddore, per contrastare la fastidiosa secrezione nasale che lo accompagna, specialmente se sussiste anche il fenomeno della lacrimazione.

Fonte: megliosapere.info

Potrebbe piacerti anche

0 commenti

Accedi

Registrati

Reimposta la tua password

Alcuni contenuto del sito web usano cookie che, al momento, sono disabilitati. Per una esperienza migliore di usabilità, consigliamo di abilitare i cookie sul nostro sito web. Voglio saperne di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi