Boom in Italia, per le mostre di Luca Nasuto!

Luca Nasuto, boom di mostre in Italia

Luca Nasuto, straordinario protagonista dell’estate italiana 2016!

Dove? Da nord a sud, passando per il centro Italia: innumerevoli e tutti di prestigio, saranno gli appuntamenti in cui lo ritroveremo.

Mostre personali, ma anche collettive, dove sarà possibile ammirare la pittura dell’artista stabiese, ormai mira di mercanti e collezionisti dell’arte moderna, non solo italiani.

Si parte dal 2 luglio, in occasione dell’evento culturale internazionale della città di Carrara: “Parkur: l’arte in movimento”.

Dal 2 al 31 luglio, uno degli antichi spazi espositivi della storica Piazza delle Erbe, si tingerà di espressione artistiche moderne.

La mostra, intitolata: “Il tempo nel tempo”, sarà presentata dal critico d’arte Mattea Micello, la quale, ha selezionato accuratamente gli artisti in esposizione ed ha voluto, fortemente, Nasuto nella sua scuderia, già ricchissima di maestri e di giovani talenti dell’arte contemporanea.

Ad agosto poi, la pittura di Nasuto si dirigerà verso il nord Italia.

Boom in Italia, per le mostre di Luca Nasuto! Tela ApocalisseLa tela, dal titolo “Apocalisse”, sarà esposta dal 25 al 30 agosto, presso la Fondazione del Monastero di Santa Maria del Lavello a Calolziocorte in provincia di Lecco, all’interno del ricco contenitore culturale del “Festival Arteatro”, diretto da Salvatore De Gennaro. L’opera, dalle grandi dimensioni, raffigura l’ultima ricerca di Nasuto: gli angeli.

In questo dipinto (foto a lato), si assiste alla loro caduta, così come alla loro resurrezione, senza nessuna rappresentazione di una scena biblica o rimando alle celebri apocalissi dei maestri antichi. Semplici figure, lontane dalla classica iconografia angelica, che è anzi rinnegata. Tale che sembrino staccarsi dall’opera, con uno slancio che supera la superficie pittorica, un sacco di juta.

La composizione, si incentra proprio intorno a queste uniche figure angeliche che, imperiose e pacate, proteggono la scritta Apocalisse, le cui lettere, sparpagliate nell’opera, custodiscono come un rebus la fine dei tempi. Il tema dell’apocalisse è, dunque, metaforizzato in queste nuove creature, le cui risalite o discese negli inferi, tramutano il caos e il silenzio dell’opera, nell’irrequietezza dei tempi moderni.

L’opera di Nasuto, più che creare un dibattito religioso, è spunto per analizzare un momento forse più assordante della stessa apocalisse.

Un’opera moderna, o uno spartito, che suona la fretta del nostro vivere?

Con questa mostra, che fa da capofila alle altre, altrettanto istituzionali e su tutto il panorama nazionale, Nasuto, si conferma tra i giovani artisti più in vista, in questo momento!

 

Potrebbe piacerti anche

0 commenti

Accedi

Registrati

Reimposta la tua password

Alcuni contenuto del sito web usano cookie che, al momento, sono disabilitati. Per una esperienza migliore di usabilità, consigliamo di abilitare i cookie sul nostro sito web. Voglio saperne di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi