Apple Watch: un lusso in vendita da 349 dollari ai $10.000

Gli Apple Watch sono stati presentati da Apple nel corso di un evento speciale a San Francisco, in California (Stati Uniti), organizzato lunedì 9 marzo. La presentazione era molto attesa perché, dopo averli annunciati per la prima volta a settembre del 2014, l’azienda non aveva più dato informazioni sul prodotto, sulle loro principali caratteristiche e soprattutto sui loro prezzi.

La ricetta che Apple ha declinato, riuscendo come sempre a lasciare tutti a bocca aperta, è stata quella di prendere un oggetto di uso comune che, normalmente, svolge una sola funzione, dargli un design accattivante e senza fronzoli, renderlo capace di risolvere quanti più problemi quotidiani, e il gioco è fatto!

Gli utenti italiani, comunque, dovranno aspettare. La prima fase di commercializzazione, che inizierà il 24 aprile, infatti, non includerà il nostro paese, nonostante l’introduzione di alcuni mercati europei come Francia e Germania avesse fatto presumere che anche in Italia non avremmo dovuto attendere ulteriormente. Ciò significa che nel Bel Paese bisognerà aspettare almeno maggio e ulteriori comunicazioni da parte di Apple riguardo i prezzi ufficiali. Considerato che attualmente il cambio dollaro-euro è molto risicato, riteniamo plausibile un cambio 1:1; Apple Watch, insomma, potrebbe costare 349 euro in Italia a salire fino a 10.000 euro.

Ma, cosa fa esattamente il gioiellino con la Mela?

Ora super precisa – Banale ma non scontato: l’Apple Watch segna innanzitutto l’ora in maniera esatta, sincronizzata con lo standarrd UTC (universal time standard) con un intervallo di 50 millisecondi. Incluse sveglia, timer e agenda.

Telefono
– Le chiamate saranno convogliate sul dispositivo e potremo rispondere a esse senza tiare fuori l’iPhone dalla tasca.

Notifiche sempre in evidenza – Le email e gli avvisi che normalmente ci arrivano sul Melafonino, arriveranno sull’orologio. Sullo stesso monitor potremo vedere le foto di Instagram, i post di Facebook e i tweet, cercare le canzoni con Shazam e chattare con WeChat.

Assistente personale – Per chi non se lo può permettere, l’Apple Watch sarà una valida alternativa all’assistente personale che ha ogni star che si rispetti. Dal polso potremo prenotare un taxi con Uber, fare il check-in su un volo della American Airlines, aprire la porta dell’hotel invece di usare la chiavemagnetica, controllare da remoto il termostato Honeywell Lyric o le auto Tesla.

App – Sono da sempre la forza di Apple. Sarà l’originalità degli sviluppatori a mostrare le potenzialità dell’orologio. Così come è già successo per l’iPhone, saranno i creatori di app a inventare nuovi campi di applicazione del dispositivo. Per il momento possiamo pensare al Watch come allo schermo dal quale consultare le mappe del navigatore satellitare o le telecamere di casa, ma anche l’andamento dei mercati finanziari sui quali abbiamo investito i nostri soldi oppure le previsioni meteo.

Salute sotto controllo – Sarà sul fronte del benessere che si misurerà la portata innovativa del dispositivo. I sensori inseriti nella scocca lo rendono un preciso personal trainer:  imposta un obiettivo giornaliero di movimento, basato sulle attività recenti e sprona a fare più moto. Registra quando si svolge un esercizio e quando si è semplicemente in piedi. Conta infatti, i battiti cardiaci, le calorie bruciate, i minuti di attività più intensa e la frequenza con cui l’utente si è alzato dalla sedia. Gli sviluppatori di app sono già al lavoro per trovare nuovi modi per prendersi cura della propria salute attraverso il nuovo orologio.

Pagamenti
– Grazie all’Apple Pay, sarà poi possibile effettuare pagamenti avvicinando il dispositivo indossabile alla macchina Pos per i pagamenti. Sempre connessi – Pur senza una propria sim, L’Apple Watch sarà connesso web sfruttando la sincronizzazione con l’iPhone che avviene attraverso Bluetooth o WiFi. Inoltre permetterà di stabilire un network con altri possessori di Apple Watch, per restare sempre connessi in tempo reale.

La corona e il display – L’indossabile della Mela introduce nuove tecnologie come la Corona Digitale, dispositivo di input che permette di scorrere, zoomare e navigare in modo intuitivo e fluido, senza coprire il quadrante con il dito. Il display Retina con Force Touch di Apple Watch riconosce la differenza fra un tap e una pressione vera e propria e il nuovissimo Taptic Engine produce un tocco discreto sul polso dell’utente ogni volta che si riceve un messaggio o una notifica.

Tante versioni – Lo smartwatch di Cupertino è disponibile in due misure, 38 mm e 42 mm e in tre diverse collezioni: Apple Watch Sport, Apple Watch e Apple Watch Edition. Quest’ultima è quella superlusso in lega oro, rosa e gialla, da 18 carati, il cui costo parte da 10 mila dollari.

Fonte: tgcom24.mediaset.it

Potrebbe piacerti anche

0 commenti

Accedi

Registrati

Reimposta la tua password

Alcuni contenuto del sito web usano cookie che, al momento, sono disabilitati. Per una esperienza migliore di usabilità, consigliamo di abilitare i cookie sul nostro sito web. Voglio saperne di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi