130 anni dall’arrivo della Statua della Libertà a New York!

17 Giugno 1885, 130 anni or sono: la Statua della Libertà arriva a New York.

Quella che era destinata a diventare un simbolo degli Stati Uniti noto in tutto il mondo, ovvero la grande Statua della Libertà che troneggia ancora oggi all’ingresso del porto di New York, arrivò dalla Francia su una piccola nave (che dovette fare più viaggi) smontata in 1883 scatoloni. Il primo lotto venne scaricato il 17 Giugno 1885.

Ideata da Edouard Renè de Laboulaye, progettata e costruita a Parigi dallo scultore Frederic Auguste Bartholdì, forgiata e realizzata ingegneristicamente da Gustave Eiffel (lo stesso costruttore dell’omonima torre parigina), la “Statua della Libertà”, alta 93 metri (di cui 47 di basamento), fu un dono della Francia per rafforzare i vincoli di amicizia con gli Stati Uniti, in occasione del primo centenario della “Dichiarazione d’Indipendenza” dal dominio inglese (4 Luglio 1776).

Il trasporto della statua via mare dalla Francia ed il suo assemblaggio in terra americana si rivelarono più complessi del previsto e, l’immensa scultura, fu pronta solo una decina di anni dopo (1886) la ricorrenza del centesimo “Indipendent Day”.

Visibile fino a 40 chilometri di distanza, la Statua, regge una fiaccola simbolo della libertà e con l’altra mano un libro con incisa la data della dichiarazione d’indipendenza “4 luglio 1776″. È costituita da un’armatura di acciaio, rivestita di lastre di rame scolpite a martello ed assemblate con rivetti. Mentre il basamento di granito proviene dalla Sardegna.

In tutto il mondo è il simbolo della “Terra della Libertà”, degli USA; ma al di là della più evidente simbologia “profana” la stessa Statua rappresenta anche il più vistoso monumento massonico esistente sulla terra.

Infatti, il dono “ufficiale” del governo Francese all’America fu, in realtà, un dono “ufficioso” dei massoni francesi ai confratelli americani. Lo stesso scultore Bartholdì era un conclamato massone. Ed è in particolare la torcia, ovvero la “fiaccola della Luce”, che esprime più di ogni altra cosa il significato massonico dell’opera.

Fonte: telesanterno.com

Potrebbe piacerti anche

0 commenti

Accedi

Registrati

Reimposta la tua password

Alcuni contenuto del sito web usano cookie che, al momento, sono disabilitati. Per una esperienza migliore di usabilità, consigliamo di abilitare i cookie sul nostro sito web. Voglio saperne di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi